CONSIGLI DI LIBRI FOTOGRAFICI E NON SOLO

Ecco la lista, con relativo link, dei libri fotografici che ho consigliato nel mio video youtube:

  1. FOTOGRAFIA DEL XX SECOLO – TASCHEN: Più che un libro un vero e proprio Albo dei più famosi ed importanti fotografi che hanno caratterizzato la fotografia del XX° secolo. Da Cartier Bresson a Avedon. passando per Irving Penn e molti altri. Un must assoluto da avere nella propria libreria.
  2. HENRI CARTIER-BRESSON – EUROPEANS: IL FOTOGRAFO per antonomasia, il padre fondatore della street photography e del “momento decisivo”. Questo libro è un racconto fotografico del viaggio di Cartier-Bresson in giro per l’ Europa, ritraendo gli “europei” per strada, a lavoro o durante la vita quotidiana.
  3. ROBERT CAPA – LEGGERMENTE FUORI FUOCO: Questo libro è un vero e proprio diario delle memorie del famoso reporter di guerra Robert Capa, il tutto correlato da bellissime foto, tra cui le celeberrime relative allo sbarco in Normandia del 6 giugno 1944, noto come D-DAY. 
  4. SEBASTIAO SALGADO – GENESI: Un libro frutto di un progetto di 8 anni, in cui Salgado ci mostra, attraverso foto spettacolari, paesaggi, animali e popolazioni incontaminate. Un libro da sfogliare e risfogliare all’infinito. Consiglio cinematografico: IL SALE DELLA TERRA di Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado.
  5. Non uno ma due libriccini di AUSTIN KLEON: – RUBA COME UN ARTISTASEMINA COME UN ARTISTA. Il titolo del primo può far storcere il naso, ma vi farà ricredere, dandovi spunti molto interessanti soprattutto quando siete a corto di idee. Prendendo una citazione, di David Bowie, fatta nel libro: ” La sola arte che potrai mai studiare è quella da cui poter rubare”. Il secondo libro invece sono 10 idee che l’autore condivide su come “farti scoprire” o meglio come far conoscere i tuoi lavori agli altri, indipendentemente che tu sia scrittore, fotografo o designer, in una sola parola come ARTISTA.
  6. STEPHEN SHORE – LEZIONE DI FOTOGRAFIA: Non è un libro strettamente tecnico su come fare un’esposizione corretta giocando su tempi, diaframmi e Iso, ma è una lezione sulla natura della fotografia. E’ un libro costruito negli anni di insegnamento da parte di Stephen presso il Bard College, dello stato di New York. E’ uno strumento per imparare a guardare le proprie fotografie, e anche quelle degli altri, con maggior consapevolezza.